«Non è reato discriminare il rom che ruba»

Non è reato discriminare un rom che ruba. Con questa motivazione la Cassazione ha assolto il sindaco di Verona accusato di incitamento all’odio razziale. «La discriminazione per l’altrui diversità - sostiene la Suprema Corte - è cosa diversa dalla discriminazione per l’altrui criminosità». Intanto a Roma è stato scarcerato un boss romeno per decorrenza termini. Il motivo? 18 mesi di processo inutile perché in ognuna delle 14 udienze c’era un collegio di giudici diverso.