«Non sarà la rivincita di Italia-Germania»

Torino. Spavaldo, Thomas Schaaf, allenatore del Werder Brema, convinto che stasera la squadra scriverà una delle pagine più importanti della sua storia: «Ci qualificheremo per i quarti di finale». Se succedesse, i tedeschi eguaglierebbero così il risultato raggiunto nella stagione 1988-89 in quella che allora era la Coppa dei Campioni. «Non sarà la rivincita di Italia-Germania di pochi giorni fa – ha proseguito Schaaf - ma di sicuro aiuterà i miei giocatori a trovare ancor più motivazioni: ci siamo rimasti tutti male, la sera in cui la squadra di Lippi ha avuto la meglio così facilmente sulla nostra nazionale. Potremo mostrare a una grande platea tutto il nostro miglior repertorio». In teoria, come dicono quasi tutti, nessuna barricata: «Non sappiamo difenderci troppo, siamo per tradizione e caratteristiche una squadra che ama giocare all’attacco. Per mentalità, cerchiamo sempre di segnare un gol più degli avversari». Klose, il più talentuoso del Werder, sta bene e guiderà l’attacco in coppia con Klasnic, il portiere titolare Reinke non ha fatto in tempo a recuperare e sarà sostituito da Wiese, Borowski sarà regolarmente al suo posto.