Non è scappando dalla città che si fa il bene di Genova

Caro Dottor Lussana, non pensavo con le mie considerazioni di sollevare un vespaio o di far arrabbiare qualche vespa irascibile. Posso in un certo senso comprendere i sentimenti - non i risentimenti - del signor Del Gaudio, perché quando una città cambia com'è cambiata Genova negli ultimi vent'anni alcune cose migliorano ed altre peggiorano. I genovesi, come tutti, hanno i loro pregi, l'aver costruito una delle più interessanti città del mondo, e i loro difetti, quello di aver vissuto su antichi allori per troppo tempo, privando la città di quell'energia che le sarebbe servita per affrontare il futuro. (...)
SEGUE A PAGINA 45