Non seguire troppo le mode e non comprare tutto subito

Accontentare i propri figli e non rimetterci un patrimonio. Detta così potrebbe sembrare un’impresa ardua. Seguendo qualche buona regola, però, è possibile comprare tutto il necessario per la scuola spendendo il meno possibile.
Il primo consiglio dispensato dalle associazioni dei consumatori è di non seguire ciecamente le mode. Acquistando prodotti alternativi - e soprattutto non griffati - si può risparmiare fino al 40 per cento senza per questo trascurare la qualità. In secondo luogo è bene andare al supermercato o in cartoleria con una lista completa e analitica dei prodotti da portare a casa.
Buona regola sarebbe rispettare quell’elenco senza farsi contagiare dall’ansia di shopping e senza cedere alle richieste dei bambini. Il terzo segreto è non comprare tutto subito. Si rischia di non utilizzare gran parte dei prodotti acquistati. Inoltre, aspettando un po’ è possibile risparmiare approfittando, magari, di qualche sconto. In ultimo, non trascurare le offerte promozionali e i kit a prezzo fisso. Sarebbe per esempio opportuno approfittare dei prodotti civetta, quelli che gli ipermercati vendono a basso costo per attirare i consumatori. Evitando, però, di acquistare le merci non in saldo.
Inoltre, il risparmio è garantito se si comprano i set venduti a prezzi calmierati. Non sono all’ultima moda, ma il loro costo (tutto compreso) si aggira intorno ai 20 euro. Su Internet è addirittura proposto un kit a 9 euro e 90. È disponibile su e-bay e comprende uno zaino e due grembiuli.