Non si ferma al posto di blocco e investe un carabiniere

È durata meno di un’ora la fuga di un 28enne moldavo che, alle 3 di sabato notte, ha investito un carabiniere del nucleo radiomobile di Corsico. Lo straniero - ubriaco e senza patente - dopo aver trascorso la sera in discoteca con amici, a bordo della sua Opel Astra, stava viaggiando a forte velocità lungo via Vittorio Emanuele, a Corsico.
All’improvviso il moldavo si trova davanti un posto di controllo dei carabinieri. Incurante dell’alt della pattuglia, l’uomo ha premuto allora sull’acceleratore, ma la sua imprudenza sommata al fatto che era ubriaco, hanno causato una collisione con l’auto dei militari in sosta. La vettura, urtata nella parte posteriore, ha fatto un giro su se stessa andando a colpire un carabiniere che si trovava lì a fianco. Solo la prontezza di riflessi del militare, che ha fatto un balzo per scansarsi, gli ha evitato di essere investito in pieno.
Il moldavo, incurante di quel che aveva fatto, è fuggito ma è stato rintracciato poco più tardi dagli stessi militari. LO straniero, infatti, sapendo si essere inseguito, ha abbandonato la sua Opel dopo un paio di chilometri, sui Navigli, a Milano e si è nascosto tra le auto in sosta. Trovato poco dopo dai carabinieri e arrestato, il moldavo è accusato di omissione di soccorso, guida in stato di ebbrezza e senza patente