«Non smaltiremo i rifiuti campani: la Regione non può né vuole»

Il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, conferma la piena validità del documento firmato con i presidenti di altre 13 regioni, pochi giorni fa, sul tema dell’emergenza rifiuti a Napoli. Secondo i governatori firmatari, il primo problema da affrontare è quello di costruire impianti e discariche in Campania «per realizzare i quali la Lombardia ha già messo a disposizione tecnici di altissimo livello». In ogni caso, la Lombardia non smaltirà i rifiuti proveniente dal capoluogo partenopeo. Lo ha precisato in una nota l’assessore al Territorio Daniele Belotti: «Al contrario di quanto apparso in un’agenzia stampa, che riferisce che 8 regioni, tra le quali anche la Lombardia, avrebbero dato la disponibilità dei propri impianti per lo smaltimento dei rifiuti di Napoli, non possiamo che riaffermare che, purtroppo, le regioni che li riceveranno saranno solo 7, visto che, come già ampiamente ribadito, la Lombardia non ha nè la possibilità nè la volontà di smaltire i rifiuti napoletani. Confermiamo, invece, ancora una volta - conclude l’assessore - la nostra disponibilità a offrire consulenze tecniche».
«Abbiamo già fatto tutto quello che si poteva fare per aiutare Napoli - ha rimarcato Davide Boni, presidente del Consiglio regionale -. Dopo 15 anni di aiuti, la Lombardia non ha nessun debito nei confronti dei napoletani». Anche il presidente della Provincia Guido Podestà è «disponibile a fornire supporto solo in presenza di un piano».