Non solo film in 3D Il nuovo cinema manda in Porto anche la moda

Stasera c'è il panettone nero-arancione gratis per tutti. Più che un'inaugurazione sarà una festa di Natale con cotillons e occhialini per godersi lo spettacolo in 3D.
Sono passati sei mesi. Decine di polemiche. Oltre una dozzina di cassintegrati. Centinaia di migliaia di euro di «puffo» lasciati dalla precedente gestione. Eppure, quasi come un miracolo, il Natale ha regalato a Genova la nuova multisala cinematografica al Porto Antico. A fine estate si diceva che dovesse rimanere chiusa per sempre. Poi che si sarebbe riaperto, ma soltanto nel 2011. Tutte storie. A smentire le «voci» ci ha pensato il presidente e amministratore delegato di The Space Cinema Giuseppe Corrado. Un Babbo Natale serio. Capelli brizzolati e ricci, senza barba, completo di grisaglia fumo di Londra, camicia bianca, cravatta blu e scarpe nere. E soprattutto con le idee chiare, come il «cervello» del gruppo che fa capo alla famiglia Benetton.
«The Space - racconta il numero uno della società nata dalla fusione dei colossi della distribuzione Warner e Medusa - non sarà soltanto cinema di prima visione e anteprime a livello nazionale ed europeo. Le nostre sale proietteranno eventi sportivi come le partite di calcio internazionali, grazie agli accordi con la Uefa, spettacoli musicali, balletti, concerti e soprattutto moda made in Italy. Sono ottimista. Il 2010 è stato l'anno del rilancio del cinema e delle multisale che stanno diventando sempre di più dei punti di aggregazione sociale dove, al centro di tutto, c'è lo spettatore. Quest'anno il settore è cresciuto del venti per cento. Abbiamo investito molto, anche in super tecnologia. L'anno prossimo speriamo di migliorare ancora».
Il presidente di The Space ha poi spiegato come la posizione strategica dei Magazzini del Cotone sia una delle migliori e più affascinanti a livello europeo. E ha quindi annunciato la programmazione di stasera ricordando che a gennaio a Genova ci sarà il lancio del nuovo capolavoro della Disney.
Oggi alle 18 andranno in scena le Avventure di Sammy in 3D, La banda dei Babbi Natale, The tourist, Natale in Sudafrica. Quattro film divertenti per quattro sale perché le altre sei saranno inaugurate entro un paio di mesi. I posti a sedere, per il momento, risultano 480, ma da febbraio dovrebbero diventare 1900. Tra le novità anche una sala «vip» come per altre simili strutture che già sono state realizzate a Milano e Roma. Per Genova si punterebbe anche a delle fila «selezionate» con poltrone più comode, poggiapiedi e altri comfort. The Space ha annunciato anche il reintegro nel posto di lavoro dei 14 dipendenti lasciati in cassa integrazione dalla precedente gestione. Per la stagione invernale, dove il business triplica, sono previste altre 30-40 assunzioni di giovani. Il prezzo del biglietto rimarrà più o meno invariato visto che oscillerà tra i 7,5 e gli 8 euro a persona.
«Con la riapertura della multisala - spiega il presidente di Porto Antico Ariel Dello Strologo - ci auguriamo di potere nuovamente contare su un flusso di 600mila persone all'anno come avveniva in passato. Sotto il tendone accanto al Bigo funziona la pista di pattinaggio e i duemila metri quadrati dei ristoranti all'ultimo piano del Millo entro breve tempo saranno occupati da Eataly, una società che in buona sostanza commercializza al dettaglio i prodotti Slow Food più prelibati e genuini».
I gestori di The Space hanno quindi annunciato che a Genova saranno invitati via via gli artisti e i protagonisti dei film e degli eventi che andranno in onda sul grande schermo. Una ventata di novità, moda e gossip che collocherà Genova e il suo Porto Antico a metà fra via Veneto e via Montenapoleone.