Non solo navigatore: il gps diventa cellulare e lettore Mp3

Indispensabile avere anche un contratto di aggiornamento delle mappe dato che la viabilità può cambiare

da Milano

Un settore che è letteralmente esploso, nell’elettronica di consumo, è quello dei navigatori satellitari. Ormai i modelli disponibili sono davvero molti e i prezzi sempre più interessanti. In uno scenario tanto florido e abbondante di offerte, rimane il dubbio del modello su cui orientare la scelta. Quali sono le caratteristiche che è realmente necessario privilegiare? Il più importante è la dotazione di mappe. Evidentemente il navigatore Gps può funzionare al meglio solo se fornito di mappe stradali precise e aggiornate. Quindi è molto importante valutare la dotazione di serie del navigatore, se, ad esempio, include solo le mappe italiane, oppure anche quelle europee. È poi molto importante verificare la disponibilità di continui aggiornamenti e il prezzo degli stessi, in alcuni casi tutt’altro che trascurabile. Gli aggiornamenti sono indispensabili perché la fisionomia delle strade cambia continuamente e di fronte ad una chiusa per lavori o ad una nuova rotonda, il navigatore sprovvisto di aggiornamenti non riesce più a calcolare il percorso.Un altro elemento da considerare è la praticità d’uso. Indubbiamente i modelli All in One come quelli della serie TomTom sono molto facili da usare. Includono infatti in un unico dispositivo: display, mappe e ricevitore GPS. Basta accenderli e il gioco è fatto, inoltre si possono trasferire comodamente da un mezzo all'altro. Se tuttavia si dispone di uno smartphone o di un palmare si può decidere di optare per l'acquisto di un kit di navigazione da installare. Esistono pacchetti provvisti di mappe pre-caricate su schede di memoria esterne con ricevitore gps incluso nella confezione, come Route66, oppure si può decidere di acquistare mappe e ricevitore gps separatamente. Rispetto ad un navigatore All in One, il kit per palmare o cellulare può consentire un risparmio anche del 50 per cento. Il nuovo il TomTom 910, ad esempio, è anche in grado di integrarsi con un iPod, include un vivavoce Bluetooth ed è, inoltre, in grado addirittura di leggere gli Sms che arrivano sul cellulare. Il NavMan iCN750 ha una fotocamera da 1,3 Mpixel con cui è possibile scattare fotografie che vengono automaticamente arricchite con i dati di longitudine e latitudine del luogo a cui si riferiscono, il prodotto fa poi uso di fotografie per indicare i punti di interesse (POI). Così, invece di leggere l'anonimo indirizzo di una piazza o monumento famoso, viene mostrata la ben più identificabile immagine. Infine, vale la pena di soffermarsi sull'ampiezza del display e la chiarezza del software grafico. Guidando, spesso non basta la voce metallica del navigatore a indirizzare il conducente, è sempre necessario dare un'occhiata al percorso evidenziato sul display per evitare fraintendimenti, come il classico: «gira leggermente a sinistra o destra» spesso di difficile interpretazione. In questi casi quanto più ampio è lo schermo, tanto più facile risulta seguire le indicazioni senza perdere di vista la strada o distrarsi pericolosamente dalla guida.