Non solo prodotti, ora lo psicologo va in farmacia

Il salone sarà dal 12 al 14 aprile a Bologna Esperti di benessere a confronto

Laura Verlicchi

In farmacia ci andiamo proprio tutti: per curarci, naturalmente. Ma anche per restare - o tornare - in piena forma, con l'aiuto dell'esperto: il «nostro» farmacista. «Il rapporto di fiducia tra farmacista e paziente-cittadino torna ad essere la chiave di volta dichiara Roberto Valente, Direttore di Cosmofarma Exhibition - Con l'ingresso nel mercato delle catene e con lo sviluppo delle vendite online di prodotti farmaceutici, è la ricerca di un confronto con un operatore professionale e competente che spinge il paziente a recarsi in farmacia. Per questo le relazioni umane saranno il tema chiave della 23a edizione di Cosmofarma, in programma a Bologna». In aprile, infatti, il capoluogo emiliano diventa la capitale della salute: dal 12 al 14 Cosmofarma Exhibition sarà il punto di riferimento per l'industria del farmaco, produttori, compratori e farmacisti. Dal 10 al 12 aprile, inoltre, Pharmintech presenterà il meglio delle tecnologie per la produzione e il confezionamento del farmaco.

Su venti miliardi di euro, tanto vale il mercato della farmacia in Italia, 8, 4 miliardi riguardano i prodotti a libero acquisto, dai farmaci da banco ai medicinali omeopatici, dalla cosmesi agli integratori. Qui il farmacista, in quanto esperto di prevenzione e benessere, ha un ruolo chiave. «Il nostro obiettivo spiega Valente - è fornire al professionista i mezzi opportuni per sviluppare la propria capacità di relazionarsi con il cliente, grazie ai consigli e alle indicazioni dei più importanti esperti per il settore». Per questo, a Bologna saranno 5 gli appuntamenti dedicati a questo tema, a partire da «Cambiamento di contesto e modelli di leadership», dove Alessandra De Carlo, Executive Coach, guiderà un percorso alla scoperta delle caratteristiche imprescindibili per far fronte ai cambiamenti che stanno interessando il settore farmaceutico. Nel rapporto con il cliente, anzitutto, serve saper ascoltare: questa la tesi alla base dell'incontro «Le relazioni umane e la capacità di ascoltare», con lo scrittore Luca Chieregato. Non meno importante è valutare la presenza in farmacia di un supporto psicologico, per far fronte a problemi legati, ad esempio, ai disturbi alimentari o a malattie degenerative. Sarà il focus della sessione «Psicologo in farmacia» di sabato 13 aprile, con la presenza di Fiorella Palombo Ferretti di ANPIF.

Da non perdere inoltre la sessione dedicata allo «Storytelling», domenica 14 aprile, con un intervento a cura di Scuola Holden di Torino. Punto di partenza, la constatazione che le persone non sono alla ricerca di informazioni, ma di una ragione per fidarsi di un prodotto, di un obiettivo o di una tesi. E di chi fidarsi se non del farmacista? Infine, il tema della diversità che tocca da vicino la farmacia in molteplici forme: dai servizi per gli anziani e i disabili al sostegno alle donne per la gestione della famiglia o in casi di violenza. Interverrà Francesca Vecchioni, presidente dell'associazione «Diversity». Cosmofarma riserverà poi un'area speciale alle aziende espositrici che possono portare ad esempio dei casi di successo del mondo della farmacia. Adattamento alle nuove condizioni del mercato, iniziative che hanno coinvolto farmacie e pazienti per una comune azione di prevenzione, progetti che hanno avuto un importante impatto sociale: questi gli argomenti delle sezioni di formazione a disposizione degli espositori all'interno dell'Academy @ Cosmofarma, sponsorizzata da BD Rowa Italy.