Non solo sci: la montagna è anche carrozza sulla neve

Con tanta o poca neve a spasso tra le Dolomiti patrimonio dell'Unesco. Per rifarsi gli occhi...

E venne il mese delle settimane sulla neve in cui tutti, come in una fiaba in bianco, riscopriamo lo stupore di un'alba fuori città. Così i grandi tornano piccini ma, spesso, i bimbi, hanno pretese sempre più grandi. E allora: sulla neve sono mille le attività che si possono praticare. Che i fiocchi caduti siano abbondanti o sottili come uno strato di zucchero a velo, l'ingrediente di ogni favola non può che essere una carrozza. Dopo lo sci, o in alternativa, sulla neve ci si può far dare un passaggio da uno o più destrieri. In verità all'Alpe di Siusi, sarebbe un peccato non sfruttare il giorno in carrozza: l'altopiano ha uno dei panorami che hanno reso famose, ben prima del riconoscimento Unesco, le Dolomiti. Santner e Sciliar, la casa delle streghe e dei loro sfrenati sabba restano sempre a vista. Il nocchiero vi racconterà le loro storie, compresa quella delle scarpe chiodate con cui le maghe hanno punteggiato i sentieri nei secoli. Voi scivolerete leggeri mentre intorno le piste, 175 km per la discesa (con val Gardena) e 80 km per il fondo possono solo aspettare che vi stanchiate di stare in livrea. (www.seiseralm.com. Giro di mezzora da 30 euro).