«Non sono la donna di Caos Calmo»

«Non è per pudore, ma per onestà di cronaca: la donna di Caos Calmo non sono io, so benissimo chi è, ma non lo dirò mai» spiega Chiara Boni, la stilista fiorentina che tutti, compreso Sandro Veronesi, autore del romanzo, identificano con il personaggio della storia che prende avvio da un incidente realmente accaduto. «Io c’ero sulla spiaggia di Castiglione della Pescaia quel giorno del salvataggio. Ero lì e vidi la mia amica, quella descritta nel libro, che stava per affogare» racconta Chiara. Per soccorrerla stavo per affogare anch’io. Così non ho ringraziato i Veronesi che intervennero, salvarono lei e anche me che ero in difficoltà. Non conoscevo Sandro Veronesi e gli spiegai tutto molto tempo dopo».