«Non sono Franti, sono Garrone»

Quattro serate per promuovere la lettura attraverso la relazione autobiografica di intellettuali che si racconteranno attraverso i libri letti o scritti durante la loro vita. Si chiama «Lunedì Feg - le parole tra noi. Conversazioni sui libri della vita», è la rassegna di incontri dedicati al grande pubblico nata per volontà della Fondazione Edoardo Garrone.
Dopo il successo del ciclo di incontri «Le virtù repubblicane», la Fondazione, presieduta da Riccardo Garrone, si rilancia su nuove proposte culturali, scegliendo come ambientazione il Teatro dell'Archivolto di Sampierdarena. Corrado Augias, Michele Serra, Nick Hornby e Dacia Maraini verranno intervistati dalla giornalista Giovanna Zucconi, critica letteraria per alcuni trasmissioni televisive. «Scopriremo come la lettura abbia influito sulla natura artistica di queste quattro persone molto diverse tra loro per esperienza - racconta la Zucconi -. Nella lettura esiste tanta retorica: il nostro tentativo sarà quello di dimostrare come possa essere semplice dare indicazioni sulla scelta di un testo, così come si dice agli amici di andare a vedere un film al cinema. Cercheremo di togliere il calcare attorno al discorso della lettura».
Questo ciclo di incontri, se dovesse riscontrare apprezzamento nel pubblico, potrebbe diventare un appuntamento fisso della prossima stagione del Tetro Modena, «siamo convinti della bontà del progetto - spiega Giorgio Gallione, direttore dell'Archivolto - e stiamo curando una scenografia che non sia quella convenzionale». A fare gli onori di casa Riccardo Garrone, presidente della Fondazione: «Nella mia vita non sono mai stato un grande lettore perché già all'Università, aiutando mio padre nel lavoro, gli unici libri che leggevo erano i testi per gli esami - racconta il patron della Erg, che è tornato con una battuta sulle recenti polemiche con il comico Beppe Grillo e sulle diverse discussioni che lo vedono coinvolto per le sue battaglie nel mondo del calcio -. Ricordo, però, con affetto un testo letto alle elementari, il "Libro Cuore" di De Amicis. Mi vedo molto come il Garrone raccontato in quel volume, invece molti mi dipingono come Franti, che in quelle pagine era il cattivo. È una brutta immagine che credo non mi corrisponda».
Questo il calendario dei «Lunedì Feg» che si terranno tutti alle 21: il 23 aprile Corrado Augias, il 4 maggio Nick Hornby, il 7 maggio Michele Serra ed il 21 maggio Dacia Maraini.