«Non sono mai stato candidato»

In merito ai recenti articoli apparsi sulla stampa intendo precisare quanto segue:
1) Prendo atto, con stupore, di essere stato indicato quale futuro candidato sindaco senza il mio preventivo assenso. Si tratta di notizia priva di qualsiasi fondamento.
2) Ribadisco quanto già espresso nel mio comunicato stampa del 2 settembre 2006 e cioè che le mie dimissioni dalla carica di assessore con deleghe all’edilizia privata e al demanio marittimo non sono state determinate in alcuno modo dalla notizia riguardante il presunto interesse della Airone Srl alla realizzazione di un albergo che ritengo infondata.
3) Confermo pertanto integralmente le motivazioni di cui alla mia lettera di dimissioni che, seppur genericamente, esprimono l’impossibilità di continuare a svolgere il mandato che mi è stato conferito.
4) Contesto le affermazioni rilasciate dal sig. Sindaco alla stampa riguardo a presunte inadempienze degli assessori tanto più che la particolare questione sommariamente richiamata non risulta essere neppure di competenza dei due assessori recentemente dimissionari.
5) Esprimo la mia solidarietà nei confronti del sig. Sindaco e dei suoi familiari in quanto non ritengo corretti attacchi personali a mezzo stampa relativamente a vicende che possono avere solo una eventuale rilenza politica ma, proprio per tale motivo, non sono disposto a tollerare ingiuste ed ingiustificate insinuazioni che possono in qualche modo essere intese come rivolte alla mia persona.
6) Mi auguro, per tutto il rispetto che è dovuto e che meritano i cittadini di Rapallo, che l’attuale situazione possa rientrare entro i binari di un corretto e sereno dibattito politico.