Non sopporta gli schiamazzi e spara

Sparatoria nel cuore della notte. Un movente banale: gli schiamazzi notturni. Un uomo insofferente, sorvegliato speciale e con precedenti penali, afferra la pistola e la scarica su un gruppo di ecuadoriani. Lo straniero colpito è fortunatamente solo ferito alla gamba, l’autore della sparatoria, invece è finito in carcere. Succede venerdì notte, intorno alle due, in via Belinzaghi. Antonio S., 46 anni, sorvegliato speciale, apre la finestra e comincia a gridare: non sopporta gli schiamazzi di un gruppo di ecuadoriani che chiacchierano di fronte a un bar chiuso, sotto il suo appartamento. Li richiama due, tre volte. Poi, esasperato, afferra un’arma - una pistola semiautomatica - e si precipita in strada. Urla e spara. Colpisce uno straniero alla gamba sinistra. La vittima viene immediatamente soccorsa dai sanitari del 118 e non corre pericolo di vita. L'uomo che ha sparato aveva una pistola con la matricola abrasa, come ha riscontrato la polizia, che lo ha arrestato.