Non teme la crisi e cresce dell’8%

Parmacotto

Nonostante la crisi dei consumi, Parmacotto (100% famiglia Rosi) conta di chiudere il 2008 con una crescita dell’8% sul fatturato del 2007, pari a 137 milioni (120 nel 2006). Lo scorso anno è stato anche acquisito il salumificio toscano Piacenti (22milioni di fatturato). L’export in 17 Paesi vale 12 milioni (4 negli Usa, dov’è in corso di apertura, a New York, uno «show room» di prosciutto e prodotti italiani). Parmacotto ha presentato ieri un nuovo prodotto, «Perfecto», un prosciutto cotto con solo lo 0,7% di sale (contro il 2% normale), adatto ai consumi di chi rispetta abitudini alimentari attente alla salute. Da Perfecto sono attesi ricavi per 10 milioni entro il 2009.