Non trova il suo voto ma fa il pieno nel Municipio dove non era in lista

Senza fine. Senza limite al peggio. Alla Foce procede la rilettura dei verbali e ogni volta spunta qualche voto scomparso. Qualche candidato che si era già rassegnato a essere iscritto suo malgrado al trasversale partito dei «trombati» si riscopre eletto. Almeno fino a nuovo conteggio. E in attesa della valanga di ricorsi che, forse solo in parte ridotti dai costi elevati che impone la legge, potrebbero intasare il Tar e la procura.
Intanto si scoprono, se mai fosse possibile, altri modi di rendere burlesco lo spoglio già ampiamente annunciato. Caso clamoroso è quello (...)