Non uccise il figlio: assolta dopo 5 anni

Doveva essere una condanna scontata. Invece a sorpresa è arrivata l’assoluzione «per non aver commesso il fatto»: Paola Mantovani non ha ucciso il figlio Matteo, 14 anni, sofferente di autismo, trovato soffocato in casa il 12 settembre 2001, a Limidi di Soliera, nella Bassa Modenese. L’accusa aveva chiesto venti anni e mezzo di reclusione e ora ricorrerà in appello, la donna dopo la sentenza si è sfogata: «Abbiamo perso tutti questi anni. Adesso gli assassini dove andiamo a cercarli?».