«Non valide le elezioni in Nigeria»

da Abuja

Le elezioni presidenziali e legislative, che si sono tenute ieri in Nigeria, non sono state regolari e vanno annullate. Lo ha detto ieri il “Transition Monitoring Group”, organismo internazionale che coordina il lavoro di 50mila osservatori incaricati di controllare il corretto svolgimento del voto nel Paese africano. Forti dubbi sulla regolatà del voto sono stati espressi anche dalle principali forze di opposizione al regime del presidente uscente Olusegun Obasanjo.
La Nigeria, con 140 milioni di abitanti, è lo Stato più popoloso dell’Africa. La sua superficiè supera quelle di Francia e Gran Bretagna insieme. Dilaniata da conflitti etnici e religiosi (fra cristiani e musulmani), la Nigeria dispone di ricchi giacimenti petroliferi i cui proventi, non distribuiti equamente, acuiscono i problemi sociali.