«Non vedo l’ora di giocare a Marassi»

In panchina contro la Juventus c'era la linea guida che la società sta adottando. Più che linea guida, sarebbe meglio definirla linea verde. Tradotto. Largo ai giovani.
Se già nel mercato estivo era stato questo l'indirizzo scelto da Preziosi e lo staff, anche in quello di riparazione non si è cambiato obiettivo. Investire sui giovani. Oltre ad essere rientrato alla base Acquafresca, ecco gli acquisti di Gucher e del talentino serbo Aleksic. «Quando il presidente del Vodjina mi ha riferito dell'interessamento del Genoa, il giorno dopo ero già a Genova». Si presenta così il numero 33 rossoblù. «Esordire contro la Juventus è stato un sogno, anche se adesso non vedo l'ora di scendere in campo al Ferraris». Per lui che è stato il giocatore serbo più giovane ad esordire nella Nazionale maggiore (contro la Polonia), ci sono molte aspettative. «Devo migliorare tantissimo, soprattutto in fase difensiva e so che mister Gasperini è molto bravo anche sotto questo punto di vista». Si allarga la colonia serba sotto la Lanterna. «Sicuramente è importante avere qualche compagno che parla la tua lingua» confida Fatic. Ultimamente l'ex Chievo viene impiegato più spesso. «Quando sono arrivato sapevo che avrei giocato poco. Comunque in questo sei mesi sono migliorato tatticamente e sono soddisfatto».
La squadra si è allenata prima nel campo piccolo e poi ha sfidato la Primavera. Capitolo infortunati. Milanetto, Juric e Palladino non hanno preso parte alla partitella. Il regista dovrebbe però essere recuperabile. Tomovic è rientrato in gruppo, così come Acquafresca. Suazo continua nel suo iter personalizzato. Lavoro differenziato per Kharja, Jankovic e Palacio. Per l'anticipo contro l'Udinese i giovani under 14 hanno l'ingresso gratuito sia nei Distinti che nella Sud.