Nonnina «pirata» investe e scappa

Nonnina «pirata» investe un ciclista quasi coetaneo e fugge. Succede a Chiavari: nel suo raid automobilistico in pieno centro, la donna, 73 anni, non ha rispettato lo stop a un incrocio, è andata a urtare un'altra auto, poi ha continuato con l’acceleratore a tavoletta investendo l’uomo, un sessantottenne, e allontanandosi senza soccorrerlo. È stata identificata per aver perduto la targa sul luogo del duplice incidente. La nonnina, che ha dichiarato al giudice di non essersi accorta di quanto avvenuto a causa di una pioggia battente, è stata condannata per omissione di soccorso dal tribunale di Chiavari: il giudice Roberto Pasca ha raddoppiato la pena rispetto a quanto richiesto dal pubblico ministero. E l'imputata, difesa dall’avvocato Luca Ciurlo, è stata condannata a quattro mesi di reclusione con il beneficio della condizionale. Il giudice ha anche emesso una sanzione amministrativa accessoria con la quale ha sospeso la patente all'anziana per 18 mesi. Incidente mortale invece nel Ponente ligure dove un ciclista di 36 anni, Fabrizio Petunia, è morto nel pomeriggio di ieri, sulla via Aurelia a Diano Marina dopo essere finito sotto un camion che trasportava terra e procedeva sulla stessa corsia di marcia. Il sostituto procuratore di Imperia Manuela Trifuoggi ha già disposto il sequestro dei due mezzi.