Nonnino di 90 anni ucciso da pirata della strada

Stava caricando le valige nell’auto della figlia che avrebbe dovuto portare in vacanza lui e la moglie, quando è stato falciato da un auto. Un pirata della strada che dopo aver colpito la vittima, un uomo di quasi 90 anni, è poi fuggito facendo per il momento perdere le proprie tracce, e ora viene attivamente ricercato dalla Polizia locale.
Enrico Cefis, classe 1992, era rimasto solo con l’anziana moglie nella casa del primo piano di via Candiani 18 alla Bovisa, da quando anche l’ultima delle tre figlie si era sposate. Pensionato, dopo una vita passata come lavoratore autonome, da anni si concedeva una breve vacanza sui lidi Romagnoli. Un viaggio che, data l’età, l’anziano non faceva più da solo, avendo da tempo rinunciato a guidare. Ci pensava però sempre una delle tre figlie come ieri mattina quando alle 7 puntuale, si è fatta trovare sotto casa per caricare i bagagli e partire per la villeggiatura.
La disgrazia proprio mentre Cefis, la moglie e la figlia, stava finendo di caricare la vettura. Un impatto tremendo che ha scaraventato a diversi metri di distanza il povero pensionato. Un urto violentissimo, tanto che quando è arrivato l’auto medica inviata dal 118, i sanitari hanno solo potuto constare il decesso dell’anziano. Contemporaneamente sono arrivate anche alcune pattuglie della Polizia locale. Non sembra che dalla testimonianza delle due donne siano emersi dati sicuri sull’auto investitrice. Né che qualche telecamera in zona abbia potuto fornire importanti spunti investigavi. Tuttavia gli agenti del nucleo Radiomobile di piazza Beccaria, hanno raccolto tracce di vernice e alcuni frammenti di vetri che potrebbero venire dallo specchietto o dai fanali della vettura pirata. Un’analisi merceologica potrebbe infatti indicare quanto meno il coloro e il tipo di auto.