Il Nord tra benessere e paura del diverso

Il resto della notte racconta l’Italia del benessere, ma un benessere malato, impaurito, costretto a fare i conti con la paura di poterlo perdere, che qualcuno glielo porti via. Racconta una famiglia borghese benestante, marito, moglie, una figlia, una domestica romena, l’idea della padrona di casa che quest’ultima le abbia rubato degli orecchini e vada mandata via... Ben recitato, senza sbavature, fatto di racconti che corrono da soli ma sono intrecciati, è un film asciutto e, sorpresa, non manicheo. Sandra Ceccarelli, Aurèlien Recoing, Stefano Cassetti e Constantin Lupescu sono convincenti, immersi nella luce di un Nord stanco che aspetta la salvezza, ma intanto ha perso la gioia e la speranza.

IL RESTO DELLA NOTTE di Francesco Munzi (Italia, 2008) con Sandra Ceccarelli, Aurèlien Recoing. 98 minuti