Nord Corea: arrestate due giornaliste americane

Il governo di Pyongyang ha confermato l’arresto di due giornaliste americane. Le due donne, Laura Ling e Euna Lee sono scomparse tre giorni fa nella zona di confine fra Cina e Corea del Nord e, stando ad alcune testimonianze, sarebbero stati catturate da militari nordcoreani<br />

Pyongyang - Il governo di Pyongyang ha confermato l’arresto di due giornaliste americane, avvenuto il 17 febbraio scorso. Le due donne, Laura Ling e Euna Lee sono scomparse tre giorni fa nella zona di confine fra Cina e Corea del Nord e, stando ad alcune testimonianze, sarebbero stati catturate da militari nordcoreani. Secondo quanto riporta il quotidiano sudcoreano Chosun Ilbo altri due membri della troupe, una guida e l’operatore Mitch Koss, avrebbero eluso la cattura ma sarebbero stati trattenuti dalle autorità cinesi. Ling si era recata nella zona per intervistare i rifugiati nordcoreani fuggiti dal Paese: "Molte storie tristi", aveva scritto sulla sua pagina web.