«Al Nord nessun disagio»

Sono stati più fortunati i vacanzieri partiti dai grandi scali del nord Italia. Solo da Malpensa sabato ne sono passati 91 mila, domenica 92 mila, ma sono stati solo mille gli sfortunati che sono tornati a casa senza bagagli. «Un’inezia - precisano da Sea - parliamo del 37 per mille e solo il 16 per mille per colpa nostra». E se già adesso l’hub lombardo è efficiente, fra meno di un mese, con l’istallazione del sistema Rfid (Radio frequency identification) diventerà il terzo scalo al mondo, dopo Hong Kong e Las Vegas, a utilizzare questa nuova tecnologia che offre ancora più garanzie ai bagagli dei passeggeri. Per quanto riguarda Linate «tutto è filato liscio - spiegano da Sea - anche se nell’ultimo weekend sono transitati più di 50mila vacanzieri».
Al Valerio Catullo di Verona invece, qualche disguido c’è stato, ma solo in relazione ai decolli da Fiumicino. Se in media vengono smarriti 2 bagagli a volo, ora la quota è salita a cinque. In tutto circa 20 passeggeri al giorno, ancora in attesa di ricevere i propri effetti personali.