Al Nord nubifragi violenti Firenze, chiusi gli Uffizi 

A La Spezia treni fermi a causa di un nubifragio. Mentre a Genova un fulmine ha incendiato una cascina. In Lombardia e Piemonte strade e cantine allagate per i violenti temporali. A Firenze Uffizi chiusi per 40 minuti. Neve in Trentino

La Spezia - A rinfrescare le settimane agostane è arrivata la pioggia. O peggio, il maltempo. Da ieri, le regioni del Nord Italia sono bagnate da tremendi temporali. Questa mattina a Masone, in provincia di Genova, un fulmine ha colpito una cascina, incendiandola. Mentre a La Spezia un forte nubifragio ha bloccato la circolazione ferroviaria tra Sestri Levante e Pisa. Allagate le case e i negozi.

Lombardia sotto la pioggia Anche se non si sono registrati drastici cali delle temperature, forti temporali si sono abbattuti nella notte in molte zone della Lombardia. Nel pomeriggio sono attesi in tutta la dorsale prealpina e nella Pianura Padana nuovi acquazzoni. Durante la notte le piogge hanno colpito in particolare la Valtellina e il Lago Maggiore e nelle prime ore di oggi un acquazzone ha bagnato la città di Milano, per poi spostarsi verso est, in direzione di Bergamo.

Fulmine sulla Valsassina Un cavo dell’alta tensione è caduto a causa di un fulmine sulla superstrada della Valsassina, all’altezza di Lissone. Il cavo si è staccato dai tralicci, occupando entrambe le carreggiate. La circolazione è rimasta bloccata per circa tre ore per consentire ai vigili del fuoco e ai tecnici dell’Enel, aiutati da carabinieri e polizia locale, la rimozione del cavo. Sulla superstrada si sono formate code lunghe fino a quattro chilometri. Black out elettrici si sono verificati nei comuni di Seregno e Lissone, e in parte anche a Desio, Carate Brianza, Muggiò e Cesano Maderno. La circolazione sulla Valassina è ripresa dopo le 15.

Disagi in Piemonte Violenti temporali si stanno abbattendo in queste ore su gran parte del Piemonte, Torino compresa. Pioggia e vento hanno raggiunto l'Astigiano, ma non hanno causato danni irreparabili alle vigne, pronte per la vendemmia.

Uffizi chiudono per 40 minuti Circa 50 millimetri di pioggia in un’ora, mentre un temporale "normale" ne fa cadere 15. È stato un nubifragio misto a grandine quello che si è abbattuto su Firenze e su buona parte della Toscana nelle prime ore del pomeriggio. Nel capoluogo si sono registrati numerosi allagamenti e alberi caduti, e i disagi hanno coinvolto anche gli Uffizi: ci sono state infiltrazioni in molte sale e l’accesso del pubblico è stato sospeso per 40 minuti. Nessuna opera d’arte è stata danneggiata. Il forte acquazzone "ha avuto un’intensità a macchia di leopardo - spiega il climatologo Giampiero Maracchi - spostandosi da nord a sud e poi di nuovo a nord, ma non è un fenomeno anormale visti i cambiamenti climatici in corso".

Neve in Trentino Per domani è prevista neve sopra i 2.400 metri in Trentino Alto Adige. La perturbazione interesserà tutta la dorsale alpina. Possibili raffiche di vento e temporali.