Le Nord, tornelli in stazione contro i «portoghesi»

Più treni, più pulizia e informazioni a bordo ma soprattutto più sicurezza. Sono i provvedimenti per migliorare la qualità del servizio messi a punto dalle Ferrovie Nord. Con l’anno nuovo viaggeranno anche «squadre di sicurezza». Ronde di polizia sui convogli e a terra e verrà esteso il sistema dei tornelli per entrare e uscire dai binari. Obiettivo: arginare i portoghesi, quelli che non pagano il biglietto e proteggere il personale che reclama il dovuto. «Il trend di chi viaggia senza pagare è in crescita - ha dichiarato il direttore generale del gruppo Giuseppe Biesuz -. Ce ne accorgiamo perchè i passeggeri sono cresciuti visibilmente, non altrettanto i ricavi». L’ammontare dei viaggi a sbafo è di 3 milioni di euro, responsabili il 7-8 per cento dei passeggeri che nel 2007 sono stati 53 milioni (in aumento del 2 per cento rispetto all’anno prima).
Ma le misure di sicurezza più incisive dovrebbero limitare anche i furti, «frequenti quelli del rame dagli impianti di rete fissa» e gli atti di vandalismo. «La bravata dei due ragazzini che hanno messo grate sui binari per vedere un treno deragliare il 12 ottobre è costata 500mila euro - ha aggiunto Biesuz - e dobbiamo ringraziare la prontezza di riflessi del macchinista se è stato evitato il peggio».
Le squadre a bordo saranno formate da personale delle ferrovie, una ventina di persone per cominciare. Le ronde a terra, lungo i binari e le stazioni saranno formate da agenti Polfer. La polizia ferroviaria avrà a disposizione anche un nuovo posto di polizia a Varese. I tornelli compariranno invece nelle stazioni di Cadorna, Domodossola e Bovisa.
Fra le novità la nuova fermata del «Malpensa Express» a Busto Arsizio e il fatto che entro dicembre verranno consegnati 6 treni. «Così potranno andare in pensione i vecchi - ha spiegato l’amministratore delegato Luigi Legnani -. Sui nuovi convogli, poi, si possono aggiungere più carrozze nelle ore di punta». Giro di vite anche per quanto riguarda la pulizia. «Ogni settimana verranno sottoposti a pulizia radicale 38 treni contro i 27 di prima - ha aggiunto Legnani -. Alle aziende che partecipano alle gare chiediamo più requisiti e commineremo penali più severe nei casi di inadempienza».
Saranno anche potenziati i servizi di informazione verso la clientela, prevista l’apertura di un nuovo customer care nella stazione di Saronno