Norma sulle professioni, gli avvocati Pdl contrari: siglato il nuovo accordo

Tensione all’interno della maggioranza
sulla norma che dovrebbe essere introdotta in manovra che prevede
la liberalizzazione di alcuni ordini professionali

Roma - Trovata l’intesa tra maggioranza e goveno sull’emendamento relativo alla liberalizzazione delle professioni. Luigi Casero, sottosegretario all’economia, ha spiegato che "l’emendamento è stato riformulato e adesso sarà presentato". Nel pomeriggio era salita la tensione: avvocati e notai all’interno del Pdl avevano infatti minacciato di non votare la manovra se non verrà ritirata la norma.

La rivolta di avvocati e notai E' in corso all’interno del Pdl una raccolta delle firme per protestare contro la manovra da domani al voto del Senato(al momento sarebbero circa un’ottantina). "Fino a quando non verrà tolta la norma che abolisce gli ordini professionali, noi il testo - assicura un avvocato del Pdl - non la voteremo mai dovesse anche cadere Tremonti". Un’altra norma contro la quale si stanno alzando le barricate tra i berlusconiani è quella che renderebbe incompatibile l’incarico di parlamentare con quello di sindaco o di presidente di provincia. Solo alla camera gli "interessati" sarebbero 9 presidenti di provincia e 6 sindaci. "E state pur certi - si assicura ancora nel Pdl - che anche quella norma deve saltare se vogliono che votiamo la manovra". Le firme, spiegano poi nel Pdl, verranno consegnate al capogruppo alla Camera Fabrizio Cicchitto. Gli avvocati del Pdl sono 44, 13 i medici, un solo notaio.

Gasparri: "Tema già superato" "In questi termini il tema è già superato - ribatte il presidente dei senatori Pdl, Maurizio Gasparri - a formulazione a cui molti si riferiscono con preoccupazione riguarda un testo che non c’è". Conversando con i cronisti a Palazzo Madama, sulla ventilata reintroduzione nella manovra dell’abolizione degli ordini professionali che sta sollevando perplessità tra i parlamentari avvocati e notai del Pdl, Gasparri spiega che "si stanno affrontando tutti i temi in agenda e stiamo parlando anche di questo. Verrà affrontato con modalità diverse e non come se ne parla in queste ore".