Norvegia, a breve nozze gay in chiesa

Il governo prepara una nuova legge sul matrimonio: stessi
diritti delle coppie eterosessuali a quelle gay, tra cui l’adozione e l’accesso alla fecondazione assistita. E potranno pronunciare il fatidico sì
davanti all’altare

Oslo - Il governo norvegese infrange ogni tabù e prepara una nuova legge sul matrimonio rivoluzionaria: stessi diritti delle coppie eterosessuali a quelle gay, tra cui il diritto all’adozione e l’accesso alla fecondazione assistita. Non solo: gay e lesbiche potrebbero presto pronunciare il fatidico sì davanti all’altare.

La proposta di legge Non è chiaro se la proposta di legge governativa passerà al vaglio del Parlamento senza alcuna modifica. La Norvegia ha legalizzato le unioni gay nel 1993. Per la prima volta da quando la coalizione guidata dai laburisti è salita al potere nel 2005, il governo, formato da 18 ministri, si è apertamente spaccato su una proposta legislativa. Due ministri si sono detti contrari a concedere alle coppie lesbiche il diritto ai trattamenti di fecondazione in vitro. La proposta darebbe inoltre alle coppie dello stesso sesso la possibilità di sposarsi in chiesa, ma non obbliga i sacerdoti a svolgere le cerimonie. La chiesa luterana norvegese è infatti divisa sulla questione.