Norvegia, crolla palazzo: 5 dispersi e 15 feriti

Un edificio di sei piani è crollato a
Aalesund. Almeno 5 dispersi: non si sa se siano sepolti tra le macerie

Oslo - Quindici feriti e cinque dispersi, è questo il bilancio del crollo dell’edificio di sei piani avvenuto a Aalesund, in Norvegia, sulla costa occidentale. La causa del crollo non è al momento accertata e non si sa se i sei mancanti all’appello siano ancora sepolti tra le macerie, oppure se erano assenti dalle loro abitazioni nel momento del crollo. La città di Aalesund è a 350 chilometri a nordovest di Oslo.

Il crollo E' corsa contro il tempo per i soccorsi nel tentativo di estrarre vive dalle macerie il maggior numero di persone possibile: al momento si contano cinque dispersi. Secondo le autorità le probabilità di trovarli vivi sono minime. "Più il tempo passa e più sarà difficile trovare sopravvissuti", ha detto un responsabile della polizia locale, Magne. I media norvegesi hanno reso noto che nella palazzina vivevano 21 persone, molti tra loro sono stati trasportati in ospedali per aver riportato ferite, alcuni lievi. Il network televisivo norvegese Nrk ha riportato testimonianze di testimoni oculari che avrebbero visto l’edificio muoversi di alcuni metri prima di crollare. I piani inferiori avrebbero poi preso fuoco e l’incendio ha reso più complicate le operazioni di soccorso. Sarebbero stati registrati nel frattempo altri cedimenti della collina e gli edifici dei dintorni sono stati evacuati, mentre una squadra di esperti è stata richiamata d’urgenza dalla capitale Oslo.

Le possibili cause Mentre i soccorritori sono al lavoro per ritrovare i dispersi, ci si interroga sulle cause del disastro che, però, non sono ancora state accertate. Tuttavia, gli inquirenti pensano che il palazzo potrebbe essere crollato a causa del cedimento della collina a ridosso della quale sorgeva l’edificio, secondo fonti di polizia che però dichiarano di non aver ancora stabilito ufficialmente la natura del disastro. Gli edifici vicini sono stati evacuati, nel timore di possibili esplosioni per la fuga di gas dal palazzo crollato.