«La nostra sanità è sana togliamo le mele marce»

Dopo gli otto arresti per truffa eseguiti ieri, il governatore della Lombardia, Roberto Formigoni, ha spiegato che la Regione ha «già dato incarico all’azienda sanitaria di Milano di valutare con la massima severità e oggettività tutti i provvedimenti che devono essere presi a fronte di inadempienze che siano state compiute, compresa la sospensione del contratto con la casa di cura in questione. Il sistema di controlli ci permette di individuare chi si muove fuori dalle regole - ha chiarito Formigoni -. Le poche “mele marce” devono essere eliminate il più presto possibile, perché il cesto della sanità lombarda è assolutamente dei migliori». Da parte sua l’Asl di Milano, per bocca del responsabile Antonio Mobilia, ha reso noto che non versava contributi alla clinica privata in questione da 14 mesi.