Nostra Signora di Lourdes

Ci siamo occupati più volte, in questo spazio, delle apparizioni di Lourdes e avremmo aspettato ancora un po’ prima di ritornare a parlarne se quest’anno non fosse speciale. Sì, perché in quest’anno cade il centocinquantesimo anniversario delle apparizioni e il 2008 viene detto Anno Giubilare di Lourdes. Fino a qualche tempo fa quest’oggi era festa nazionale, la Conciliazione tra Stato italiano e Chiesa. Poi è stata tolta; tanto, era stata istituita dal fascismo. La storia di s. Bernadette e delle apparizioni della Madonna a Lourdes è troppo nota perché ci ritorniamo sopra. Invece, è interessante dire due parole su questo Giubileo di Lourdes. Il papa ha concesso l’indulgenza plenaria a tutti coloro che visiteranno in quest'anno il santuario sui Pirenei francesi che è diventato sinonimo di guarigioni miracolose. L’indulgenza plenaria (un tempo per averne una bisognava morire ammazzati alle Crociate) varrà anche per coloro che si tratterranno in preghiera presso una delle tantissime riproduzioni della Grotta di Lourdes che costellano il mondo cattolico (se ne trovano in moltissime chiese e, a mo’ di edicola sacra, anche nei posti più impensati). Le condizioni per lucrare l'indulgenza sono: confessati e comunicati, recitare il Credo e Pater-Ave-Gloria secondo le intenzioni del pontefice, più una preghiera mariana (si consiglia il rosario, la preghiera mariana per eccellenza). L’indulgenza può essere applicata anche alle anime dei defunti, le quali ci saranno infinitamente grate se le libereremo dal Purgatorio e di certo ricambieranno intercedendo per noi.