«Il nostro riscatto sarà sul campo»

Per Giancarlo Abete, capo-delegazione azzurro, «la bufera avrà tempi lunghi e i precessi sportivi saranno celebrati nella seconda parte del mondiale. I giocatori dovranno avere, con l’orgoglio, molto equilibrio. Comunque, chi è in questo gruppo ha abbastanza personalità». «In Germania - prosegue - ci aspettiamo un ambiente rispettoso verso il calcio italiano che in campo cercherà riscatto. Poi è chiaro che dovremmo riscrivere le regole. Le nuove norme devono garantire la democrazia e permettere a chi ha più consensi di agire».