Note e barocche in Val di Non, il via col cembalo

Occasione da non perdere per gli appassionati di musica antica. Dal 29 luglio al 4 agosto appuntamento in Val di Non, in Trentino, per un ciclo di concerti interamente dedicato alla musica barocca. La rassegna si tiene nell’ambito dei corsi dell’Accademia internazionale di improvvisazione all’organo e clavicordo di Smarano, promossi dall’associazione Monsignor Celestino Eccher nel piccolo borgo trentino di Smarano. «Si tratta di un’iniziativa importante - spiega il presidente Giacomo Corrà - che invita a riscoprire la bellezza delle partiture barocche e dell’organo, uno degli strumenti simbolo della tradizione musicale europea». Il ricco programma di concerti, seminari e lezioni da dodici anni ha trasformato Smarano in una delle capitali italiane degli strumenti antichi. L’Accademia ospita infatti maestri del barocco provenienti da tutto il mondo, che si esibiranno anche nei concerti serali. Quest’edizione in particolare, è dedicata alla musica per tastiera di Dietrich Buxtehude, importante compositore di Lubecca scomparso cent’anni fa, tra i maestri di Johann Sebastian Bach: ampio ampio spazio verrà dato allo Stylus Fantasticus (uno stile musicale tipico del primo Barocco) e alle toccate e i preludi dell'organista di Lubecca, prezioso modello di improvvisazione per chi pratica la musica barocca. La rassegna, iniziata il 24 luglio a Milano, prevede sei appuntamenti in Trentino (cinque nella chiesa parrocchiale di Coredo, uno nella basilica dei Santi Martiri di Sanzeno), quasi tutti la sera alle 21: il 29 Rodeny Prada, Stefano Montanari e Maurizio Salerno eseguiranno un concerto per viola da gamba, violino e cembalo, mentre il 30 Massimiliano Guido e Joel Speerstra si esibiranno con l’organo e il clavicordo. L’organo sarà protagonista anche il 31 luglio, nel concerto di Riehnard Jaud, e il 2 agosto, in quello di Christoph Bossert, che si terrà a Sanzeno. Per il pomeriggio del 3 agosto, invece, è previsto il Concerto finale gli allievi dell’Accademia, ma a chiudere la manifestazione, il 10, sarà l’Orchestra Haydn, nell’unico appuntamento a pagamento della rassegna (info: 0463-536573 o 340-5738358).