Note, satira, ironia Elio e la sua band tornano a colpire

Ce l'hanno proprio con i frickettoni. E non hanno problemi a dirlo (e cantarlo). Elio e le storie tese hanno trovato un'altra genialata per dimostrare che il tempo passa (sono circa 30 anni che gli Elii ci deliziano), ma il vizio resta.
Nel nuovissimo Parco Sempione, singolo dell’ultimo album Studentessi, la band milanese prende in giro senza remore i suonatori di bonghi. «Cerco un po' di relax, all'improvviso si sente un pi pa pu. Un frickettone, forse drogato, suona e non smette più... Piantala con sti' bonghi, non siamo mica in Africa».
Ironia, satira, forse qualche parola di troppo. Gli Elii sono sempre gli Elii, e oggi più che mai attivi in una critica al capoluogo lombardo: «Con l'Expo le cose potrebbero addirittura peggiorare - dice Elio -. Oppure può essere l'occasione per migliorare la vivibilità di Milano».
In città arriveranno domani per l'attesissimo concerto al Rolling Stone. In scaletta molti dei brani vecchi e altrettanti nuovi contenuti nell'infinito album (i pezzi sono in tutto 22) Studentessi, il primo LP che hanno interamente autoprodotto. Un lavoro per cui la band ha voluto la collaborazione di diversi artisti, tra cui Antonella Ruggiero, Irene Grandi, Giorgia, Paola Cortellesi, Claudio Baglioni e Claudio Bisio.
Stefano Belisari (in arte Elio), Nicola Fasani (alias Faso), Davide Civaschi (detto il Civas), Sergio Conforti (Rocco Tanica), Christian Meyer (meglio noto come il Millefinestre): ecco gli Elii. E nel tour odierno sono due le novità: l'introduzione della corista Paola Folli e di una sezione di fiati.
Impegnati su tutti i fronti dello spettacolo, dal cinema (come attori nel film Natale a casa deejay e come doppiatori nel cartone Terkel in Trouble) alla tv (hanno condotto l'ultimo Dopofestival di Sanremo e da anni realizzano le telecronache su Sky delle partite di baseball americano), passando per la radio (da circa 15 anni conducono assieme a Linus un programma su radio Deejay), gli Elio non avrebbero di certo bisogno di singoli o video per promuoversi. Basterebbe il passaparola di un pubblico fedelissimo che da quasi 20 anni li segue ovunque, tanto che durante gli show si sono creati dei rituali, spesso comici, che si ripetono in momenti precisi dello spettacolo.
Elio e le storie tese
Rolling Stone
corso XXII marzo, 32
domani sera, ore 21
tel. 02-733172