Notebook, la Intel lancia il "Centrino 2"

Arriva il nuovo microchip di quinta generazione per computer portatili: tra le innovazioni
tecnologiche introdotte, un ulteriore risparmio dei consumi delle batterie

Centrino 2 , arriva il chip che pensa all’ambiente. Certo non è facile essere da 40 anni il primo produttore mondiale di microchip con una quota di mercato pari a oltre l’80%. Solo tre anni fa però questa stessa percentuale era scesa al 50%. «Poi c’è stata la ripresa - ha spiegato Dario Bucci responsabile Intel per l’Italia e la Svizzera - grazie alla linea centrino e al grande sviluppo dei pc portatili. Alla base di tutto c’è comunque la svolta impressa dall’amministratore delegato Paul Otellini che ha imposto di lanciare ogni due anni una nuova tecnologia per i processori». Per Intel dunque vale in pieno il motto di uno dei suoi fondatori «solo il paranoico sopravvive».

E infatti ecco pronta una nuova piattaforma basata sempre sul processore della famiglia Pentium. Si tratta di Centrino 2 il nome commerciale del prodotto per i notebook giunto alla quinta generazione. Il nome Centrino è nato dalla fusione delle parole "centre" e "neutrino" e ha registrato un notevole successo perchè ha permesso di ottimizzare il consumo della batteria e grazie alla scheda wireless di rendere il pc subito pronto per la navigazione in rete.

Le innovazioni di Centrino 2 mirano sopratutto ad affinare una serie di aspetti legati ai diversi componenti del prodotto. «Non bisogna dimenticare - prosegue Bucci - che Intel spende ogni anno circa 5 miliardi di dollari in ricerca e sviluppo e molto stiamo facendo anche nel settore del cosidetto green computing». In pratica Intel si sta battendo per far scendere i consumi di energia dei computer. «Non solo - dice ancora Bucci- il nostro sforzo è quello di realizzare computer che entro il 2010 facciano scendere del 50% l’emissione di Co2 nell’atsmosfera. Stiamo sperimentando dei sistemi che permettono di utilizzare l’acqua usata dai datacenter per il raffreddamento che viene impiegata per riscaldare gli ambienti».

Quanto a Centrino 2 i primi pc portatili con la nuova piattaforma saranno disponibili entro fine mese. Ma Intel sta già pensando alla prossima versione già annunciata con il nome in codice Calpella e che dovrebbe essere commercializzata come Centrino 3. La società conta quest’anno per la prima volta di vendere più processori per notebook rispetto a quelli per i desktop.