Notizie «giuste» con gli sms, un nuovo sistema buono per l’Expo

Migliaia di informazioni, la necessità di selezionare quelle davvero utili e interessanti e di averle sotto mano al momento giusto è di giorno in giorno sempre più avvertita. Della volontà di soddisfare queste esigenze è nata l’intesa tra Promo.ter, l’ente dell’Unione del Commercio di Milano per la promozione e lo sviluppo del commercio, del turismo, dei servizi e delle professioni, e Imin Holding (Integrated Mobile Information Network), un’azienda lombarda, con sedi a Busto Arsizio e Milano, che progetta e realizza sistemi basati sulla tecnologia applicata alla telefonia mobile.
In vista dell’Expo del 2015, Imin e Promo.ter permetteranno ai visitatori provenienti da ogni parte del mondo di avere tutta Milano a portata di sms. C’è bisogno di sapere quale sia il distributore di benzina più vicino, oppure il ristorante tipico, o ancora l’albergo dove trascorrere la notte? Basta digitare sul proprio telefonino una sintesi dell’informazione desiderata (esempio: «ristorante Milano corso Como») e inviare un messaggio al numero 48478 per accedere al sistema Iadi (Immediate Advisor Data Information), che fornisce la risposta in 15 secondi, al costo di un normale sms. «Iadi - precisa Gaetano Rizzi, il presidente di Imin Holding, nonché inventore del sistema in questione - è un vero e proprio accumulatore di contenuti come lo è Internet, ma più in piccolo, si basa sulla tecnologia dei telefoni cellulari. Un canale libero per tutti, i cui punti di forza sono la sintesi e la rapidità di risposta, il tutto con un solo numero di riferimento. Inoltre Iadi è vantaggioso dal momento che opera sulla base di un’interconnessione internazionale che permette al sistema di riconoscere la lingua parlata da chi invia l’sms e di inviargli la risposta nella stessa lingua. Esemplificando: un francese che arrivi a Milano per l’Expo può richiedere informazioni sulla città e riceverle in francese». Con la previsione di milioni di visitatori per il 2015 uno strumento pratico ed immediato non può che risultare utile e adatto ad accrescere la visibilità delle imprese di Milano e dell’hinterland, mettendo direttamente in contatto il commerciante o l’imprenditore con i potenziali consumatori. Il servizio, per ora riservato agli iscritti all’Unione del Commercio di Milano, verrà nel prossimo futuro esteso in tutta Italia e potrà essere utilizzato anche grazie alla tecnologia wap.