«Notre Dame de Paris» fa 10 e manda i giovani alla ribalta

Quest’anno «Notre Dame de Paris», l’opera musicale moderna, che ha battuto ogni record, celebra il suo decennale. Un evento che merita di essere accolto a dovere con un tour ad hoc della versione italiana, quella con i testi adattati alla nostra lingua da Pasquale Panella, già paroliere di Battisti, che li ha riscritti nel rispetto del libretto originale francese, ma con una poetica assolutamente intrinseca e accattivante che assieme alle scenografie mozzafiato, alle influenze pop-rock delle musiche e ad un cast di giovani talenti, hanno portato lo spettacolo direttamente al cuore di un pubblico di ogni età.
«Notre Dame de Paris» è a Genova fino al 9 luglio al Teatro Carlo Felice. Lo scenario è unico: la piazza è uno splendido foyer all’aperto, le pareti sono rivestite con lastre di pietra e sono arricchite da colonne e travature in metallo, i palcoscenici sono quattro e l’acustica è fra le migliori in Italia.
E proprio in occasione della prima genovese, il cast artistico ha incontrato la stampa.
«Notre Dame de Paris» è rappresentata da un cast tutto nuovo, giovane, professionale e pieno di energia, dodici giovani talenti scelti dopo una serie di provini proposti in live streaming sul sito e su Facebook. Gli interpreti si alterneranno nelle varie repliche, Esmeralda, la zingara, sarà portata in scena da Federica Callori e Alessandra Ferrari, Quasimodo da Lorenzo Campani e Angelo del Vecchio. Frollo sarà interpretato da Marco Manca e Vincenzo Nizzardo, Clopin da Emanuele Bernardeschi e Lorenzo Campani, Gringoire da Riccardo Maccaferri e Luca Marconi. Mentre Oscar Nini e Giacomo Salvietti vestiranno i panni di Febo come Federica Callori e Serena Rizzetto quello della principessa Fiordaliso.
Tutti e dodici hanno raccontato della loro felicità e del loro orgoglio nel calcare la scena di uno dei tempi della musica lirica come il Teatro Carlo Felice, e hanno ricordato anche la pesante eredità che hanno raccolto dai loro predecessori. Comunque sia il cast ha ribadito d’essere pronto e carico per dare al pubblico genovese il meglio di sé, e quell’energia che solo uno spettacolo pionieristico come «Notre Dame de Paris» può trasmettere.
Con la sua formula innovativa, infatti, quest’opera ha svecchiato la scena teatrale e musicale italiana introducendo musiche e sonorità inedite, nuovi autori e voci, aprendo la strada a un nuovo corso dello spettacolo. «Notre Dame de Paris» festeggia dieci anni di ininterrotto successo e si conferma un’opera senza tempo e che non conosce frontiere, pronta a far sognare di nuovo tante migliaia di spettatori.