Notte araba debutta alla Spezia

In un enorme caseggiato post-sovietico nasce una storia d'amore: il teatro della Tosse mette in scena domani in prima nazionale al Teatro civico della Spezia «Notte araba», scritto dal drammaturgo tedesco quarantenne Roland Schimmelpfennig. Lo spettacolo, poi alla Tosse dal 19 al 31 marzo, ha la regia del vicedirettore della Tosse, Sergio Maifredi: «È la prima volta che il testo di Schimmelpfennig viene messo in opera scenica in Italia - ha detto Maifredi - è una favola metropolitana con una ragazza che tutte le sere quando torna dal lavoro dorme e sogna, tranne quella notte d'estate in cui tutti i meccanismi si bloccano nel grande edificio, un Biscione berlinese».
In scena ci saranno cinque attori: Andrea Cosentino, Jurij Ferrini, Lisa Galantini, Simonetta Guarino e Rosario Lisma con le scene di Emanuele Conte e musiche di Luca Mazzella. «È un testo straordinario, di grande libertà, che mi appassiona enormemente», ha concluso il fondatore della Tosse Tonino Conte. Il 21 marzo è previsto anche un incontro dell'autore tedesco col critico teatrale Franco Quadri e Maifredi in collaborazione col Goethe Institut di Genova.
Lo spettacolo è realizzato col sostegno della Fondazione Carige, Vodafone, Ikea e Giver.