La Notte Bianca arriva prima e raddoppia

E il sabato si parte con il ballerino Bolle e si prosegue con Morandi, Proietti e con tante aperture straordinarie

Francesca Scapinelli

Un aperitivo di quelli che non tolgono l’appetito: così, nell’intenzione degli organizzatori, sarà «Aspettando... la Notte Bianca», appuntamento che fa la sua comparsa per la prima volta quest’anno come preambolo della kermesse fissata per sabato 9 settembre. Tanto ricco, questo assaggio, da far parlare qualcuno di un raddoppio dell’evento targato Comune di Roma, Regione Lazio e ministero per i Beni culturali con Camera di Commercio e sponsor privati. La Notte Bianca, alla quarta edizione, avrà per ospiti musicali Vinicio Capossela (che terrà il tradizionale concerto al Pincio), l’icona romana Armando Trovajoli e, tra gli altri, il rapper Caparezza, per le vie di San Lorenzo.
Dalle 21 alla mezzanotte dell’8 settembre, ecco il pre-Notte Bianca, con tre eventi: in piazza di Siena, a Villa Borghese, un concerto a sorpresa; al Vittoriano, l’inaugurazione di una mostra sul celebre fumettista Hugo Pratt, padre di Corto Maltese; infine, meraviglia per gli occhi, l’illuminazione del Gazometro. Su progetto di Angelo Bonello, la struttura che si eleva presso il Tevere si trasformerà in Luxmetro, impressionante scultura alta 92 metri. Non solo: sempre fino alle 24 della vigilia, via libera ai visitatori in musei comunali e statali, gallerie d’arte e, per chi volesse curiosare nell’officina degli artisti, ecco le prove generali di alcuni spettacoli della Notte vera e propria.
Dopo un simile «rodaggio», sarà facile tuffarsi nella miriade di eventi che di lì a poche ore interesseranno strade, piazze, monumenti, ville, musei, accademie e istituti di cultura, teatri, cinema, negozi del centro come della periferia, tutti all’insegna delle cinque parole-chiave scelte dai promotori (meraviglia, poesia, mistero, festa e gioco, sintetizzate dal sindaco in «leggerezza»). Dal Pincio a Tor Bella Monaca, da Trastevere al Laurentino, fino all’alba del 10 settembre fiumi di arte scorreranno un po’ dovunque e tutti, anche i più piccoli, vi potranno attingere a volontà.
L’ouverture della Notte Bianca 2006, alle 21 in piazza del Campidoglio, sarà con il primo ballerino della Scala Roberto Bolle, che con Alessandra Ferri si esibirà nel Romeo e Giulietta curato dal coreografo Amedeo Amodio. Dalla grande danza alla grande musica, con il concerto di Gianni Morandi, voce e chitarra, ancora nella piazza del Marc’Aurelio, cui seguirà il brio di Gigi Proietti. A sfogliare il programma della non stop romana, tra le tante attrattive si notano anche le aperture straordinarie di luoghi di interesse storico-artistico, dalla grande aula dei Mercati di Traiano, fresca di restauro, al palazzo dell’Industria di via Veneto, vistoso esempio di architettura fascista; dal museo della Guardia di Finanza (dove sarà allestita una mostra sul legame tra Gabriele D’Annunzio e le Fiamme Gialle) al palazzo della Valle, sede della Confagricoltura. Ma Notte Bianca vuol dire innanzitutto spettacolo («è un grande gioco di società», per dirla con l’assessore Gianni Borgna). Meraviglierà adulti e bambini, per fare un esempio, il passaggio di giraffe rosse che tra via Cavour e largo Corrado Ricci «interpreteranno» un’operetta lirica; la «notte bestiale» al Bioparco, alla scoperta di creature da fumetto come i tapiri e i lupi; da ricordare anche il già citato Luxmetro, che farà da sfondo ad acrobazie e coreografie aeree; lo show circense al Circo Massimo, in cui quindici spettatori per volta saranno intrattenuti da due clown in un tendone bonsai; come non ricordare poi il «valzer dei pesci», con 250 sardine in volo sul laghetto di Villa Borghese? Impossibile passare in rassegna le centinaia di appuntamenti, tra magie d’acqua, effetti pirotecnici e funambolismi che a parole non si possono descrivere e poi poesia, palcoscenico (Giorgio Albertazzi e Giorgio Barberio Corsetti per fare un paio di nomi), musica, installazioni, esibizioni di artisti da tutto il mondo, cinema (si tenterà l’impresa della Gassmaneide, clip di oltre sette ore dedicata al mattatore). Infine, saranno aperte fino al mattino le biblioteche, che ospiteranno eventi musicali e teatrali.