Notte bianca, solo i musei fanno il pienone

Marta Bravi

Passata la festa si fanno i conti e si tirano le somme di un evento costato 450mila euro per l’organizzazione e circa tre mesi di lavoro. Occhiaie e borse profonde, la sensazione generale è che sia stata una mezza delusione. Rispetto alle aspettative, che erano piuttosto alte, giustificate dai numeri delle edizioni precedenti e dalla grandiosità della macchina organizzativa: 400 appuntamenti di tutti i generi sparsi per la città, dal centro alla periferie, la festa è stata una semidelusione. Unica eccezione, il successo delle iniziative culturali. «Abbiamo avuto la metà della gente che ci aspettavano - commenta Giorgio Montingelli (...)