Per la Notte dei musei un concerto della Verdi per Hayez

Domani la Fondazione Orchestra Sinfonica e Coro Sinfonico di Milano Giuseppe Verdi offre un concerto di quintetto di fiati delle prime parti dell'Orchestra Verdi alla Pinacoteca di Brera in occasione della «Notte dei Musei», organizzata per il terzo anno consecutivo dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. L'iniziativa consente in orario serale la fruizione gratuita del patrimonio artistico di musei e aree archeologiche in tutta l'Europa. Il programma scelto è connesso alla mostra attualmente in corso Hayez nella Milano di Manzoni e Verdi, allestita nella sala I della Pinacoteca, dove tra le opere esposte si possono ammirare i ritratti dei due compositori Verdi e Rossini, amici personali del pittore. Non a caso dunque il programma prevede la trascrizione per fiati della famosa ouverture del Nabucco di Giuseppe Verdi, che divenne in breve molto popolare negli anni del Risorgimento, e quella della Forza del Destino, la cui seconda edizione fu rappresentata per la prima volta alla Scala nel 1869, quando l'Italia era ormai unita. Di Gioachino Rossini saranno suonati due quartetti giovanili (n° 4 in Si bemolle maggiore e n° 6 in Fa maggiore), di complessa esecuzione poiché già caratterizzati dal virtuosismo proprio delle sue principali opere. Forse meno noto al pubblico è il Quintetto n° 2 in Re minore, composto per un organico di fiati da Giovanni Gioachino Maria Cambini, musicista che tra fine Settecento e inizio Ottocento fece quasi da ponte tra lo stile classico e la musica romantica. Conclude la serata un fantastico Pout Pourri dal Barbiere di Siviglia di Rossini, composto da Giulio Briccialdi, considerato il «Paganini del flauto».