Notte Gospel miti brasiliani e sassofono

Al Palalido festa con i Righeira, l’Orchestra Obesis, i Gazebo e Paolo P. Lion

Roberto Zadik

A Capodanno ci saranno un po’ tutti i generi musicali. E tra questi non poteva certo mancare una musica intimista e raffinata come il jazz. L’ideale per chi intende stare in compagnia, magari riascoltando brani del passato riarrangiati con sassofono e spazzole. Ad esempio, Caetano Veloso e Antonio Carlos Jobim, vengono riproposti in versione jazz. A farlo sono i Progetto Bossa che si esibiranno nel locale di via Ascanio Sforza. La serata, comincia alle ore 21 e si preannuncia ricca di eventi. Al costo di 100 euro, i milanesi possono cenare, brindare al nuovo anno assistendo al live di questa band emergente. Durante lo spettacolo, «classici» di Veloso e Jobim, rivivranno a ritmo di latin jazz. Canzoni scritte da due tra i più importanti artisti brasiliani divenuti, in questi anni, famosi a livello internazionale con successi quali Noites Do Norte, 13 De Majo e Rock n’ Raul. Tra le melodie di Jobim sono passate alla storia Desafinado, Chega de Saudade e Garota de Ipanema. Un repertorio di «prima scelta», dunque, rielaborato dalla voce di Alberto Tava a capo di una formazione che comprende musicisti dalla solida preparazione artistica come il batterista Michele Salgarello e il chitarrista Fabio Casali in grado di passare con naturalezza dal rock al funky. In seguito, sempre alle Scimmie, dalle 23, toccherà alla comicità con il cabaret di Marco Bazzoni e Alex De Santis.
Musica e divertimento anche all’Osteria del jazz, via Carcano 8. Si inizia alle 21 col cenone. Dopodiché toccherà al sound di Michele Bozza. L’artista imbraccerà il suo strumento, l’inseparabile sassofono e, accompagnato da pianoforte, basso e batteria, eseguirà i brani più famosi della tradizione jazzistica d’oltreoceano. Miles Davis, Charlie Parker e John Coltrane che, attraverso lo strumento di Bozza, risuoneranno nel locale fino a tarda notte. Il tutto (cena, concerto e brindisi) al prezzo di 80 euro.
Per gli amanti del gospel da non perdere il Capodanno al Blue Note. A cantare saranno gli Angels in Harlem Gospel Choir, che concludono il loro «tour de force» nello storico locale di via Borsieri. Si tratta dell’ultimo appuntamento di un ciclo di serate cominciato martedì scorso. Pagando 200 euro (cenone più spettacolo) si potrà assistere alla doppia performance di uno dei più accalamati gruppi del genere. La prima parte del live inizierà alle 21.30 mentre la seconda avrà luogo dalle 23.30 in poi.