Notte di rapine di tre studenti

Arezzo. Tre studenti minorenni, due di 16 anni e uno di 17, sono stati arrestati al termine di una notte di scorribande durante la quale hanno aggredito, picchiato, ferito e rapinato tre persone. Sono stati accusati di rapina continuata e aggravata e lesioni personali. La «notte brava» dei tre, adesso chiusi nel carcere minorile di Firenze, è iniziata poco dopo l’una ed è terminata alle tre quando la polizia, ascoltata l’ultima vittima, poi ricoverata al pronto soccorso con una ferita da taglio alla gola, ha avuto elementi sufficienti per rintracciarli e arrestarli. La scorribanda dei tre, che si spostavano a bordo di una mini auto senza targa, è iniziata all’una quando hanno aggredito una donna di 57 anni. I tre le hanno strappato la borsa e si sono impossessati di 100 euro. La donna ha chiamato la polizia che ha iniziato le ricerche. Alle 2 è arrivata la seconda segnalazione: un diciottenne è stato affrontato dai tre a Campo di Marte. Il ragazzo è stato picchiato e derubato di 66 euro. Alle tre, i ragazzini hanno preso di mira un uomo di 38 anni: davanti all’atteggiamento aggressivo dei tre ragazzini, l’uomo è fuggito ma è stato inseguito e, una volta raggiunto, picchiato, ferito alla gola con un coltello e derubato del cellulare e di 60 euro.