Novantenne investita sulle strisce

da Roma

È risultato negativo al test dell’etilometro il quarantenne bengalese arrestato ieri mattina dopo aver investito e ucciso Angiola Pascarella, 91 anni, in via Principe Eugenio a Roma. La donna stava attraversando sulle strisce pedonali quando è stata falciata dal bengalese alla guida di una Panda.
L’immigrato stava superando sulla preferenziale un tram fermo sui binari. L’urto ha sbalzato l’anziana facendole fare un volo di una decina di metri che l’ha scaraventata più avanti sempre sulle rotaie. Per il pirata della strada, Abdul Basciar Mahamed Chowdhury, 40 anni, l’accusa è di omicidio colposo e omissione di soccorso. Gli agenti del commissariato Esquilino hanno accertato che l’uomo non aveva fatto uso di droga e alcool. Dagli esami è emersa solo una minima traccia di barbiturici nel sangue che, evidenziano gli inquirenti, «non è da attribuire a sostanze stupefacenti». La donna, nubile, ieri mattina era stata dal parrucchiere e questa mattina sarebbe dovuta partire per le vacanze come hanno raccontato i nipoti alla polizia. Era nata a Sora ed era una ex maestra elementare. Il 40enne non si è fermato fuggendo contromano in via Principe Eugenio e via Balilla. Un automobilista lo ha seguito e bloccato in via Conte Verde dove sono arrivate le volanti della polizia.