Nove arresti per le bombe di domenica

Istanbul. La polizia turca ha arrestato nove persone sospettate di aver partecipato all’attentato che domenica ha fatto 17 vittime nel quartiere Gungoren di Istanbul. Lo ha riferito ieri l’agenzia di stampa Anatolian, secondo la quale si sta procedendo con gli interrogatori. L’attentato non è ancora stato rivendicato, ma la pista più accredita dalle autorità è quella che conduce ai ribelli del Partito dei lavoratori del Kurdistan (Pkk). Questi avrebbero agito in rappresaglia ai bombardamenti dell’esercito di Ankara che da mesi colpisce le roccaforti del Pkk, annidato lungo il confine con l’Irak. Quello di domenica è stato il più grave attentato dal 2003, quando Al Qaida mise a segno una serie di attacchi a Istanbul. Sono circa 40mila i morti da quando, nel 1984, il Pkk ha iniziato la sua lotta armata.