Nove direttori generali per un solo dipartimento

Sono ben nove i direttori generali in forza al Dipartimento della Funzione pubblica. Nove alti burocrati (lo stipendio totale lordo annuo varia dai 144 mila ai 140 mila euro per ciascuno) giusto un gradino sotto il capo dipartimento, che di euro ne guadagna poco più di 166 mila. Decisamente staccati (tra 73 e 80 mila euro l’anno) i dirigenti di seconda fascia. A fare la differenza è soprattutto la retribuzione di «posizione variabile». Quanto ai compiti, i «magnifici nove» guidano lo staff, l’ispettorato e 7 settori dalle sigle impossibili (Uagp, Ufppa, Uppa, Urspa, Uisbd, Upmpa, Uanas), tutti legati alla gestione del personale della pubblica amministrazione.