Nove milioni di euro per il «restyling» delle ville storiche

Previsti alcuni interventi sui percorsi ciclabili e per la messa in sicurezza delle alberate stradali

Con l’approvazione di 24 delibere dell’assessorato all’Ambiente, sono stati stanziati 9 milioni e 139mila euro per la riqualificazione delle aree verdi, l’adeguamento dei percorsi ciclabili, la messa in sicurezza delle alberate stradali. Lo rende noto, in un comunicato, il Comune di Roma.
Tra i progetti approvati di particolare evidenza quelli che riguardano il recupero delle Ville storiche: Villa Ada, Villa Balestra, Parco San Sebastiano, Roseto Comunale, Villa Pamphili, Villa Leopardi. E ancora: Parco di Grottarossa, Parco San Placido, Parco Bergamini e il complesso di giardini del Villaggio Olimpico. Importante lo stanziamento di fondi per la ristrutturazione dei giardini e delle aree verdi di quartiere in tutti i municipi. Uno stanziamento a parte è stato deliberato per realizzare playground di basket in undici aree verdi. Alcuni progetti, poi, sono dedicati ai bambini; tra questi, il recupero del giardino della scuola «Orsa Maggiore» e l’adeguamento funzionale delle aree giochi deteriorate. Novità riguarderanno anche la sicurezza degli argini del Tevere dove sarà installato un impianto satellitare e semaforico per l’allerta esondazione. Per finire sono state finanziate altre due opere rilevanti: l’impianto di illuminazione della pista ciclabile che collega Villa Ada con Ponte Nomentano e l’adeguamento dell’impianto fognario a servizio del centro integrato di rottamazione su via Aurelia.
Per quanto riguarda le ville storiche è prevista la manutenzione straordinaria del Parco di Villa Ada. Il progetto prevede interventi di recupero del patrimonio botanico e l’adeguamento delle strutture funzionali. Gli alberi in buono stato di salute saranno potati e messi in sicurezza, ceppaie ed alberature secche saranno rimosse e sostituite con nuove essenze della macchia mediterranea mentre interventi di dendro-chirurgia risaneranno alcuni alberi affetti da patologie non gravi. Aiuole, siepi e prato saranno rigenerati e resi funzionali al nuovo assetto.
Il progetto di recupero di Villa Balestra prevede la realizzazione dell’aiuola centrale e di 4 spazi circolari di cui due con aiuole e due con alberature perimetrali. Saranno demolite le pavimentazione e la pista polivalente mentre le ringhiere e le reti metalliche saranno sostituite con modelli adeguati alle norme di sicurezza. Si procederà al restauro della vegetazione con l’eliminazione delle specie infestanti e la piantumazione di ciliegi da fiore, pini, rose rosse. Infine, si procederà alla sostituzione dei lampioni e alla bonifica dell’area cani che sarà recintata e separata dal resto del parco.