Nove vittorie: è la dura legge di Treviso

Dopo il recente progetto di concedere un secondo servizio a chi sbaglia, come nel tennis, la Federazione Internazionale di volley dovrebbe studiare una novità specifica per l'Italia: il frena-Treviso. Campioni d'Italia in carica dal 2003, gli orogranata virano la boa delle prime nove giornate di campionato con altrettante vittorie, l'ultima ieri sera a Vibo Valentia, 3-0 con 5 muri-punto di Gustavo. La Sisley vola ma approfitta anche delle incertezze altrui. Malgrado 21 punti di Giba, Cuneo cede in casa 3-2 contro Modena (17 punti per Sartoretti, ex di turno) e si fa avvicinare da Piacenza, 3-0 a spese di Trento con la bellezza di 6 ace firmati Cardona. Sale in graduatoria Latina, 3-1 a Santa Croce nella sera del debutto del serbo Travica sulla panca pontina ma fa notizia anche la quinta sconfitta interna dei vice-campioni di Perugia, 3-2 contro il Verona di Bernardi, 37 anni, 9 scudetti in carriera, appena rientrato in Italia dopo una breve parentesi all'Olympiakos Pireo. Lollo ha segnato 21 punti. Stasera posticipo Montichiari-Cagliari (diretta Sky alle 20.30).
La serie A1 torna fra l'1 e il 5 dicembre. Giovedì 17 a Firenze l'Italia campione d'Europa fa passerella al Tim All Star Volley prima di volare in Giappone, dove, dal 22 al 27, disputerà la World Grand Champions Cup.