Novellino cambia modulo: a Empoli manda in campo Flachi unica punta

Federico Casabella

Signori, si cambia. Walter Novellino, con il reparto offensivo falcidiato dagli infortuni, ha deciso di affidarsi ad un nuovo modulo tattico per affrontare l'Empoli domenica prossima in terra toscana. Fuori i lungodegenti Bonazzoli e Bazzani, ko anche Corrado Colombo che continua ad allenarsi a parte a causa dell'infiammazione alla caviglia che non gli da tregua, l'allenatore della Sampdoria ha scelto di accantonare il suo tradizionale 4-4-2 per affidarsi ad un insolito 4-5-1. Il tecnico della Samp ha scelto di testare il nuovo modulo nella partitella infrasettimanale che la Samp ha giocato ieri a Bogliasco contro la Primavera. La partita è finita 6-0 per la prima squadra con gol di Palombo e Marchesetti e doppiette di Flachi e Foti. Novellino ha schierato Dalla Bona, Volpi e Palombo vicini a centrocampo con Tonetto e Kutuzov larghi sugli esterni a supportare Flachi unica punta. Una squadra insolita quella che ha provato Novellino che ha deciso di rinunciare a Foti e di schierare Dalla Bona dal primo minuto. Una scelta, quella di utilizzare il centrocampista di proprietà Milan, già anticipata martedì: «Dalla Bona deve recuperare la giusta condizione mentale e sarà il nostro uomo in più da qui a fine stagione», aveva detto Novellino. Al tecnico ha risposto lo stesso Dalla Bona: «Mi auguro che il mister decida di utilizzarmi di più veramente. Giocare fa piacere a tutti.Da qui alla fine della stagione mi auguro di poter giocare con maggiore continuità e possibilmente realizzare anche un gol: sarebbe la prima stagione senza segnare neppure una rete».
Ieri sera, a Genova, visita di un ex blucerchiato di lusso, Roberto Mancini, che ha partecipato ad una iniziativa della scuola calcio Baiardo. Il tecnico dell'Inter non ha voluto parlare né del momento poco felice della squadra nerazzurra, né dei suoi trascorsi alla Sampdoria: si è limitato a far sapere che tornerà a Genova per visitare la mostra che la società blucerchiata sta allestendo per i 60 anni.