Novellino dice no: salta lo scambio Di Vaio-Di Michele

Il Genoa deve rinunciare anche ad Andreolli Primavera 2-0 al «Viareggio»

Una giornata convulsa per il Genoa che alla fine del mercato non riesce a portare dal Torino David Di Michele alla corte di Gasperini. Così al Grifone resta anche Marco Di Vaio che, come noto, non rientrava più nei piani tecnici societari. È stato invece ceduto al Siena Coppola.
Enrico Preziosi ci ha provato in tutti i modi ad acquistare Di Michele attraverso uno scambio col Toro che prevedeva oltre alla cessione in granata di Di Vaio anche un conguaglio di circa un milione mezzo di euro. Di Michele in questa stagione non ha sfondato collezionando, a causa di infortuni e per una lunga squalifica, appena nove presenze e zero gol. Per questo voleva cambiare aria e sarebbe stato l’ideale per il Genoa che a sua volta voleva disfarsi di Di Vaio. Il giocatore di Guidonia l’anno scorso aveva segnato a Palermo 9 reti, 7 in quella precedente sempre in Sicilia, senza dimenticare lo strepitoso campionato nell’Udinese del 2004-2005 in cui giocò trentasette match realizzando 15 gol in un tridente simile a quello adottato da Gasperini.
Di Michele ha anche vestito più volte la maglia azzurra e nel primo pomeriggio alcune frettolose dichiarazioni di Giambattista Pastorello facevano pensare ad una positiva conclusione della vicenda: «Stiamo trattando, dobbiamo aspettare».
Ma a mezz’ora dalla chiusura del mercato nei corridoi dell’AtaQuark Hotel si è diffusa la netta sensazione che l’affare non stava andando in porto. È stato il direttore sportivo Antonelli a sancire la rottura del dialogo forse anche perché l’allenatore Novellino si è opposto al cambio: «Di Michele non si muove, in attacco non prendiamo nessuno». Ed infatti alle 19 c’è stata la conferma con Di Vaio che torna di fatto un giocatore del Genoa.
Nulla da fare anche per il promettente difensore Andreolli finito in B nel Vicenza. Invece come previsto Manuel Coppola è stato mandato in prestito con diritto di ricatto per la compartecipazione al Siena. Il centrocampista artefice in rossoblù di due promozioni consecutive ha salutato a Pegli i compagni ed è andato via. In questo gennaio che è finito, il Genoa ha ceduto oltre a Coppola, anche Papa Waigo, Masiello e Bega acquistando Criscito, Vanden Borre, Wilson, ancora senza transfer, e Masiero.
Ora sotto con il campionato. Domenica c’è il Catania da affrontare in emergenza visto che oltre a Rubinho e Milanetto squalificati, non ci saranno neppure De Rosa e Leon che continuano ad allenarsi a parte. Per questo Vanden Borre si candida per una maglia.
Infine buone notizie dal Torneo di Viareggio: i ragazzi di Chiappino sul campo di Arenzano hanno battuto nella seconda giornata del girone gli australiani dell’Apia per 2-0. Il lungo assedio dei grifoncini è stato premiato nella ripresa con una doppietta di Ledesma (il raddoppio su rigore). Il Genoa sale a 4 punti e affronta la Cisco Roma che ha battuto il Tottenham. Basta un pari a tutte e due per la qualificazione.